home Vini, Storytelling rupi di…vine

rupi di…vine

Beh diciamolo!
Se anche voi siete enonauti alle prime armi e non uscite dal pregiudizio che i vini buoni lombardi sono solo quelli della zona della Franciacorta, vi comunico con dispiacere che il tempo per abbonarsi alla winebox dei vini lombardi è terminato.

Che di produzione autoctone l’Italia sia piena è vero, ma che la Valtellina avesse tali qualità è stata la sorpresa che mi ha riservato il focus group Decantour di questo mese.

 

Ma infondo, la svista è stata solo mia, la guida Slow Wine mi aveva avvisata:
in occasione della presentazione ufficiale di Slow Wine 2011 a Torino si decise di dedicare un intero spazio allo splendido documentario di Ermanno Olmi Rupi del Vino “una guida-racconto della complessità della cultura del vino, che focalizza l’attenzione sul fenomeno Valtellina”.

Racconta del legame cruciale tra “storie di vite e di paesaggio, sapienza agricola e preservazione della viticoltura”.
Un racconto di uomini coraggiosi che con diligenza e scienza si sono confrontati propositivamente con la natura ed il territorio, dando vita ad una viticoltura viva ancora oggi è destinata a essere tramandata nei secoli.

Lo stile narrativo è quello che contraddistingue il maestro Olmi: un’ora di immagini fluide, testimoniali e narrativamente dense – dalla costruzione dei muretti a secco che assecondano il paesaggio senza violarlo alla preparazione delle viti, dalla maturazione dei grappoli fino alla raccolta delle uve che genereranno vini forti e vigorosi come le genti che hanno lavorato questa terra. –

Rupi del Vino è per tutti coloro che amano i territori del vino e i vini del territorio”: un atto d’amore che legittima il perchè i vigneti terrazzati del valtellinese sono oggi tra i annoverati dall’Unesco quali Patrimoni Mondiali dell’Umanità.

Per stuzzicare un po’ la vostra curiosità vi nomino solo le cantine valtellinesi delle winebox di marzo:
Fondazione Fojanini – La Castellina
Ar.Pe.Pe
Fratelli Bettini

Dei loro vini, a questo punto, non vi resta che cercarli sulle principali guide, seguire il sito Decantour o leggere il nostro prossimo post.

A tutti gli abbonati invece, ricordo che li riceverete puntuale entro il 20 di marzo… esattamente in tempo per la prima cena di primavera!

(per conto di decantour.it)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: